Malaria - la zanzara transgenica!

 

Contro la malaria arriva la zanzara transgenica portatrice di un gene in grado di trasformare la popolazione delle zanzare per impedire la trasmissione della malattia all’uomo.

 Creata in laboratorio e potenziata con un’innovativa tecnica per la modifica del Dna, la sua missione sarà quella di dar vita a discendenti immuni dalla malaria, fino ad eliminarla definitivamente.

È stato un team di scienziati dell’università della California a creare questo ceppo di insetti in grado di introdurre rapidamente il gene scudo nella popolazione di zanzare attraverso la loro progenie.  

 Il nuovo modello, spiegano gli autori presentando i risultati del lavoro nell’edizione online di Proceedings of the National Academy of Sciences, rappresenta un passo avanti per gli scienziati impegnati da tempo a insediare una popolazione di zanzare anti-malaria che contribuisca a debellare la malattia.  

 Più del 40% della popolazione mondiale vive oggi in zone in cui vi è il rischio di contrarre la malaria. Secondo i Centers for Disease Control & Prevention, ogni anno si verificano da 300 a 500 milioni di casi di malaria, e quasi 1 milione di persone muoiono. In gran parte neonati, bambini e donne in gravidanza, soprattutto in Africa. Lo studio, osservano gli scienziati, evidenzia la crescente utilità del metodo che consente l’accesso al nucleo di una cellula per tagliare il Dna e rimpiazzare geni mutati o inserirne di nuovi. 

Gli esperti hanno sviluppato un nuovo metodo per generare mutazioni in entrambe le copie di un gene, innescando una sorta di reazione mutagena a catena che ha innalzato le percentuali di trasmissione alla prole.

Per verificare che l’elemento transgenico raggiunga la giusta posizione del Dna, i ricercatori hanno incluso nella cassetta genetica una proteina che colora di rosso fluorescente gli occhi delle baby-zanzare che hanno ereditato lo scudo. Il 99,5% presentava questa caratteristica.  

 

Fonti